Background Image

Rimini Rimini – Il libro alla Libreria Strand

Home  /  Senza categoria  /  Rimini Rimini – Il libro alla Libreria Strand

Rimini Rimini – Il libro alla Libreria Strand

febbraio 22, 2018      In Senza categoria Commenti disabilitati su Rimini Rimini – Il libro alla Libreria Strand

Un ringraziamento alla Libreria Strand di Reggio Emilia. Un grazie all’artista Paola Bonacini. Un grazie allo storico e scrittore Carlo Baja Guarienti. Ieri pomeriggio con grande piacere ho presentato il mio libro fotografico “Rimini Rimini”, una raccolta di miei fotografie, di miei pensieri e parole, di scritti di amici artisti e critici che hanno speso un pò di tempo per scrivere di me e della mia arte.

Una bella chiacchierata in libreria dove abbiamo toccato tanti temi. Rimini e la Riviera Adriatica così tanto citata in film, canzoni e libri. Così si può partire dal romanzo “Rimini” di PierVittorio Tondelli per passare alla visione onirica felliniana, a quel piccolo borgo, è così che Fellini vede Rimini in suoi film come “I vitelloni” e per sfociare infine nel grande cantautorato italiano da De Andrè a Lucio Dalla. De Andrè canta una Rimini che si avvicina di più alla visione felliniana di fuga dalla piccola città, tocca temi divertenti come la classica figlia del droghiere che si innamora del bagnino e rimane incinta (i tipici amori estivi), ma insieme tocca anche temi profondi e delicati come l’aborto, mentre Dalla canta una Rimini divertente con i suoi strambi personaggi che popolano in estate la Riviera Romagnola.

Intorno a tutto ciò le mie fotografie che presentano una visione della Riviera molto lontana da quella dell’immaginazione collettiva. Una Riviera vuota, le spiagge sono deserte e tutto resta in attesa dell’inizio di una nuova estate. Il mio è un mare d’inverno che vuole trasmettere pace, serenità, vuole trasmettere una solitudine, una pausa, un attimo di introspezione. E’ quella Riviera citata da Tondelli nel suo romanzo…quando le strade si svuotano, discoteche e night club chiudono e gli alberghi tirano giù le serrande…ed è da quel momento che io inizio a fotografare.

Comments are closed.